RECENSIONE a cura di Tiziana Viganò de “Le ombre delle verità svelate”

RECENSIONE DI TIZIANA VIGANO’ SU

BLOG DI TIZIANA VIGANO’

giovedì 2 maggio 2019

“Le ombre delle verità svelate” di Giovanni Margarone. Recensione di Tiziana Viganò

Recensione di Tiziana Viganò

già pubblicata su

https://www.sololibri.net/Le-ombre-delle-verita-svelate-Margarone.html

Tre protagonisti per tre storie che corrono parallele in tre luoghi d’Italia lontani: solo nel finale si intrecceranno grazie alla verità, che, nascosta per una vita intera, verrà finalmente svelata. La sua ombra è lunga come l’esistenza di Gianni, Luigi e Costanza, che conoscono bene il dolore e il tormento della mancanza, della separazione e del lutto, ma anche la felicità del riscatto, dell’amore e della solidarietà. Cosa lega questi tre personaggi così diversi tra loro? Qual è il segreto così a lungo celato che li farà incontrare alla fine?

Gianni Aprile – il cognome di un mese, come si dava tradizionalmente agli orfani – è un bambino siciliano che cresce in orfanatrofio, afflitto da un perenne senso di abbandono e di solitudine che non lo lascerà mai. Ha un dono prezioso, la capacità di dipingere che lo porterà, da una bottega di ceramista a Caltagirone, attraverso l’emigrazione a Torino e un iniziale lavoro in fabbrica, a raggiungere il successo a Dublino. Diventerà famoso e troverà l’amore in Chiara, una ragazza della buona borghesia torinese che lo amerà contro ogni idea razzista della famiglia. È lui l’Io Narrante di “Le ombre delle verità svelate” di Giovanni Margarone, il personaggio che ci apre il suo animo inquieto e racconta la sua vita travagliata, sì, ma anche illuminata da amicizie, stima e amore che lo sosterranno nei momenti difficili.

Luigi Bruno è un ragazzo del Nord mandato a combattere nella Sicilia del 1943, appena occupata dalle truppe alleate: trovato rifugio in una famiglia troverà un amore dolce e appassionato con Maria, che però dovrà lasciare alla fine della guerra per tornare in Piemonte e recuperare la fattoria di famiglia. Acuto, astuto e senza scrupoli diventerà un imprenditore ricco, ma amato da nessuno, neppure dalla sua famiglia e arriverà in punto di morte con la sola vicinanza del ragioniere dell’impresa.

Costanza, giovane donna di estrazione contadina, dai forti valori famigliari, vedrà la sua vita tranquilla e felice sconvolta da terremoto del 1976, ma anche la ripresa della vita e dei sentimenti che il tempo e l’amore sono capaci di regalare.

Le tre vite immergono il lettore nella storia quotidiana dell’Italia dagli anni Quaranta-Cinquanta a oggi e dimostrano la forza d’animo con cui gli italiani lottarono per uscire dalla distruzione del dopoguerra.

Le difficoltà di un orfano in un istituto, le condizioni di vita e lavoro degli emigrati dal meridione in una città industriale come Torino, il vivace interesse artistico di Dublino nella parte narrata in prima persona da Gianni. La Sicilia degli anni di guerra e la faticosa pace, Caltagirone e Cuneo, il boom economico degli anni successivi, il lavoro di fabbrica e l’ascesa dei piccoli industriali nel racconto di Luigi; la vita contadina e la tragedia del terremoto a Gemona, che distrusse molti paesi del Friuli senza mai piegare l’anima forte di quel popolo nella parte dedicata a Costanza.

Tanti sono gli scenari che si aprono e quindi la descrizione dei paesaggi naturali e urbani italiani fa da sfondo alle vicende e arricchisce la narrazione: con lo scrittore percorriamo la penisola da Nord a Sud in un grande viaggio nei tempi e nei luoghi della memoria.

La narrazione corre piacevole, alternando le voci e le vicende dei tre protagonisti: l’autore si sofferma per scandagliare le emozioni e i tormenti del cuore, entrando nel profondo della loro personalità per farli sentire vivi e reali, vicini al lettore. Grande pregio di Giovanni Margarone aver inserito le tre storie in un contesto dettagliato e realistico. Ne risulta un affresco storico di grande respiro che insegna ai lettori più giovani e fa rivivere il passato a chi l’ha vissuto.

L’attitudine positiva dello scrittore si trasmette in ogni vicenda: dal dolore e dalle difficoltà è sempre possibile riemergere più forti e rinnovati, con un bagaglio di esperienze in più da poter usare e donare agli altri, un messaggio positivo che rende questo libro godibile dalla prima all’ultima pagina.

Titolo: Le ombre delle verità svelate

Autore:Giovanni Margarone

Categoria: Narrativa Italiana

Editore: Kimerik, 2018

Acquista su IBS

 

QUESTO ROMANZO E’ ESPOSTO E IN VENDITA ALLO STAND H03 padiglione 2 DELLA CASA EDITRICE KIMERIK
DEL SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO DI TORINO
DAL 9 AL 13 MAGGIO 2019

ASSIEME A “NOTE FRAGILI”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: